PSD2

Cos’è la PSD2 e perché è stata introdotta

A gennaio 2018 è entrata in vigore la 2^ direttiva sui servizi di pagamento, nuova legislazione con cui la Commissione Europea impone alle banche di aprire a terze parti autorizzate le “porte” dei conti e dei dati in loro possesso. In breve la PSD2 consente ai clienti delle banche, sia privati che aziende, di utilizzare provider di soggetti non bancari per gestire le proprie finanze.

Perché l’UE ha introdotto la PSD2? Per creare condizioni di parità e un ambiente bancario più democratico; per aumentare la concorrenza e l’innovazione nel mercato tra gli Stati membri; per rafforzare la protezione dei consumatori e migliorare la sicurezza dei pagamenti su internet e l’accesso al conto.

Con questo scopo introduce due nuovi attori nel panorama finanziario: gli AISP(Account Information Service Provider), fornitori di servizi con accesso alle informazioni sul conto dei clienti delle banche in grado di analizzare il comportamento di spesa di un utente o aggregare le informazioni da diverse banche in un’unica piattaforma; i PISP (fornitori di servizi che avviano un pagamento per conto dell’utente).

Con la PSD2 si concretizza il concetto di Open Banking grazie all’apertura delle API bancarie a soggetti terzi autorizzati, che possono così accedere in sicurezza ai dati della banca e proporre nuovi servizi e prodotti innovativi e user-centered.

Menu sottovoci